K2 Chocolate Blog

COME PERDERE 4 KG IN 3 SETTIMANE

L’estate è arrivata e sapere come perdere 4 Kg in 3 settimane potrebbe essere una vera ancora di salvezza per porre rimedio all’ultimo minuto agli eccessi dell’inverno.

Per superare la prova costume a pieni voti la strategia più efficace è iniziare già dopo le Feste di Natale a cambiare alcune abitudini che ci hanno portato sovrappeso e pigrizia.

Dopo averci provato e riprovato ogni lunedì per mesi, è facile trovarsi a Giugno con quei chili di troppo sempre lì!

Eccoci allora alla ricerca delle soluzioni per perdere peso nel minor tempo possibile!

Ti presentiamo PESOSTOP il nostro super programma di 3 settimane che nei Centri Estetici K2 viene consigliato in abbinamento ai trattamenti che riducono cellulite e grasso corporeo.

Questi sono i 10 passi per tornare in forma:

  1. Al mattino subito dopo il risveglio bere 1 limone spremuto con l’aggiunta di un po’ d’acqua tiepida.
  2. Colazione: 2 fette di pane integrale tostato con un velo di marmellata senza zucchero e senza edulcoranti oppure un filo di olio extra vergine di oliva. A piacere the o caffè o tisana preferibilmente senza zucchero (limitare o evitare l’uso del latte e dei latticini). Un frutto.
  3. Pranzo e cena: 60 gr di pasta integrale (o riso o kamut o farro sempre integrali) condita con sughi vegetali (no formaggio) in associazione a verdura cruda da assumere preferibilmente all’inizio del pasto (evitare insalate miste) oppure carne bianca o pesce azzurro in associazione a verdura cotta (solo 1 tipo). E’ preferibile inserire la pasta a cena e le proteine a pranzo!
  4. Spuntini: 1 frutto o 2 gallette di riso o 2 gallette di mais preferibilmente senza sale.
  5. Bere almeno 1,5 lt di acqua naturale alcalinizzata al giorno!
  6. Durante il programma sospendere: pane, grissini, cracker, insaccati di ogni tipo, biscotti e merendine di qualsiasi tipo, dolci, bibite gassate, vino e liquori, zucchero bianco raffinato.
  7. Il consumo di tisane o decotti depurativi e drenanti senza zucchero (the verde, carciofo, bardana, tarassaco, betulla) dona notevoli benefici per il corpo.
  8. In sostituzione del pane è possibile assumere 1 fetta di polenta o 2 gallette
  9. Limitare il caffè. Limitare o evitare l’assunzione di latticini.
  10. Ottima l’assunzione di ananas a fine pasto (non tutti i giorni e non ad ogni pasto!)

Vuoi conoscere i segreti per ottenere risultati seguendo questi semplici consigli?

Essere spinti dalla motivazione, avere una certa dose di buona volontà e abbinare al programma dei trattamenti corpo specifici per eliminare scorie e tossine!

Anche se sai di avere più di 4 Kg di peso da perdere, seguire questo programma per 3 settimane potrebbe essere un buon inizio per sentirti sgonfia e motivata a continuare.

 

SCACCO MATTO ALLA CELLULITE

L’estate è ormai alle porte ed è facile che tu non abbia ancora risolto l’odioso problema della cellulite.

In tante ci troviamo nella stessa situazione, sappiamo che è arrivato il momento di spogliarci e ci sentiamo a disagio con il nostro corpo.

Troppa ciccia, troppi cuscinetti, troppa pelle a materasso. Troppo di tutto.

Come fare allora per rimediare e riuscire ad affrontare la spiaggia fiere ed orgogliose?

È giusto precisare che sarebbe stata cosa buona averci pensato qualche mese fa.

I rimedi dell’ultimo minuto ci sono e sono anche efficaci, ma è provato dall’esperienza che migliorare la cellulite in modo lento e progressivo permette di ottenete dei risultati che durano di più nel tempo.

Quindi si può fare qualcosa, non disperare, ci vorrà buona volontà e costanza per un paio di mesi e ad agosto avrai tanti centimetri in meno da mostrare!

Vediamo quindi quali azioni fondamentali sono necessarie per ridurre drasticamente la cellulite:

 

CAMMINARE 30 MINUTI AL GIORNO

La bella stagione è arrivata e una bella camminata con passo sostenuto giova alla cellulite e al benessere globale del corpo.

Potendo scegliere, il momento ideale da dedicare al movimento delle tue gambe è la mattina presto subito dopo il risveglio.

Un percorso perfetto per la camminata mattutina è quello che prevede gran parte sul piano, un po’ di salita e un po’ di discesa, rigorosamente senza amici a 4 zampe per evitare le pause.

Ovviamente il tuo fedele amico lo hai già portato fuori per fare le sue cose prima di uscire!

BERE ACQUA ALCALINIZZATA

Ne parliamo spesso nei nostri articoli ed è evidente che noi di K2 siamo dei grandi sostenitori del ph alcalino.

Nella nostra esperienza più che ventennale nel settore dell’estetica e del benessere, abbiamo riscontri oggettivi che le nostre clienti che bevono almeno 1,5 lt di acqua alcalinizzata e carica di elettroni hanno maggiori risultati dai trattamenti anti-cellulite.

In commercio puoi facilmente trovare delle gocce concentrate di sali minerali in forma di ioni, facilmente utilizzabili, che possono rendere alcalina l’acqua che bevi normalmente.

Tale tesi è sostenuta anche dalla scienza.

La dott.ssa Lynda Frassetto, docente all’Università della California, ha pubblicato uno studio che mostra che i livelli di bicarbonati nel sangue (i sali che lo rendono alcalino) calano drasticamente dopo i 45 anni.

Questo spinge improvvisamente l’acceleratore dell’invecchiamento biologico a danno di tutte le nostre cellule, e quindi peggiora anche la cellulite!

SOTTOPORSI A TRATTAMENTI ESTETICI MIRATI 

Nei Centri Estetici K2 la guerra contro la cellulite è già iniziata da un po’.

Esistono diversi trattamenti estetici efficaci per ridurre in breve tempo l’effetto “pelle a materasso”.

L’estetista parte sempre da un’analisi accurata  (Check Up) dello stadio della cellulite per costruire un programma personalizzato che dia risultati nel tempo programmato.

Non fidarti delle operatrici del settore che non ti analizzano la pelle prima di trattarti e non ti fanno un sacco di domande per conoscere la tua storia, sono elementi indispensabili per impostare dei trattamenti efficaci per il tuo caso.

I trattamenti drenanti (bendaggi, impacchi, massaggi, tecnologie specifiche) sono senza dubbio i numeri uno per contrastare gli effetti della cellulite e per ridurre i centimetri in breve tempo.

 

 

 

IL PROGRAMMA VISO PERFETTO IN PRIMAVERA

In primavera nei Centri Estetici tutta l’attenzione delle clienti, e molto spesso anche delle estetiste, è indirizzata al corpo.

L’agenda degli appuntamenti, da marzo a maggio, è solitamente un condensato di trattamenti riducenti, drenanti e tonificanti, per lasciare poi spazio in giugno a tutti i servizi dedicati all’estetica di base che ridanno “la dignità estiva” ai piedi e alla pelle senza peli.

E il viso?

“Il periodo del viso è in autunno, il viso ha bisogno dopo l’estate, ora le clienti vogliono fare solo il corpo”, mi dicono molte titolari di Centri Estetici.

Sbagliato. Ti spiego il perché:

“Il periodo del viso è in autunno”

Mi sono chiesta spesso chi abbia deciso che il periodo per i trattamenti viso sia proprio Ottobre, e la risposta che mi viene spontanea è che alla fine dei conti siano state le case cosmetiche.

Oggettivamente, considerando i cambiamenti climatici, il viso ha bisogno dell’intervento dell’estetista durante tutto l’anno: d’inverno la pelle ha bisogno di essere protetta dal freddo, d’estate è necessario compensare l’eccessiva perdita di acqua.

L’autunno è di sicuro il periodo ideale per aumentare la frequenza dei trattamenti in Istituto.

“Il viso ha bisogno dopo l’estate”

Sicuramente dopo l’estate è essenziale, per quanto possibile,  riparare i danni causati dal sole, per preservare la funzione di sostegno della pelle.

I trattamenti migliori da effettuare in questo periodo sono quelli che agiscono sullo strato più profondo, sulla struttura, sulla rigenerazione cellulare e sulla difesa della pelle dai radicali liberi.

Durante tutto l’anno invece, è necessario prendersi cura soprattutto dell’epidermide!

Se abbiamo fatto un buon lavoro durante l’estate, sia con i prodotti domiciliari che con i trattamenti in cabina, in autunno la pelle del viso non avrà scompensi di film-idrolipidico o disidratazione.

“Ora le clienti vogliono fare solo il corpo”

L’esperta sei tu e tu sai quali sono i bisogni della pelle di viso e corpo nei diversi periodi dell’anno!

La missione dell’estetista è guidare il cliente per mantenere in salute la propria pelle e per contrastare gli inestetismi evitando che si aggravino con il passare degli anni.

La sfida è abituare le persone a prendersi cura di sé tutto l’anno e a trattare con costanza sia il viso che il corpo, incoraggiandole ad affidarsi totalmente alle competenze dell’estetista.

La nostra cliente modello è pronta per la prova costume già in Marzo!

 

Quindi che programma viso proporre in primavera?

A seguire i trattamenti migliori da effettuare in cabina:

  1. ESFOLIAZIONE: utilizzare l’acido mandelico o un peeling enzimatico.
  2. IDRATAZIONE e NORMALIZZAZIONE: l’ideale è applicare una linea termale arricchita di antiossidanti.  Anche l’uso dei flavonoidi può essere utile.
  3. NUTRIZIONE: per il massaggio usare oli vegetali puri, i migliori quelli di borragine e di enotera. Evitare l’olio di rosa mosqueta, da usare dopo l’estate.

Per i prodotti domiciliari consigliare:

  1. Antiossidanti, in particolare la vitamina C, che fortifica i legami delle fibre di collagene.
  2. Creme, sieri ed emulsioni in particolare ricchi di acido jaluronico e di ceramidi vegetali, per idratare e trattenere l’acqua nella pelle.
  3. Sostanze funzionali protettive per il microcircolo, ad esempio mirtillo, vite rossa, rusco e meliloto.
  4. Protezione solare!

I 5 PASSI DEL CHECK UP ESTETICO

Il Check up estetico è e sarà sempre il punto di partenza di qualsiasi programma estetico.

Si tratta di un colloquio fondamentale  tra estetista e cliente per:

  1. identificare correttamente gli inestetismi da trattare
  2. escludere che ci possano essere degli effetti collaterali ai trattamenti
  3. stabilire chiaramente gli obiettivi da raggiungere attraverso il programma estetico.

L’incontro è guidato dall’estetista e la sua efficacia è determinata dall’esito: lo scopo finale per l’estetista è “farsi acquistare” dalla cliente proponendo un programma estetico efficace e in linea con le sue aspettative.

Ecco i 5 PASSI ESSENZIALI per effettuare un Check up estetico perfetto:

 1.

CONOSCENZA DELLA PERSONA   

L’estetista deve raccogliere tutte le informazioni necessarie riguardo alla persona che dovrà trattare, compilare una SCHEDA CLIENTE, conoscere la sua storia clinica, le sue abitudini estetiche e le esperienze di trattamento già avute.

In questa fase l’estetista effettuerà un’analisi ispettiva, e possibilmente anche strumentale, per identificare chiaramente gli inestetismi evidenti della cliente e quali inestetismi sono invece sono latenti.

2.

INDIVIDUAZIONE DEI BISOGNI 

In questa fase l’estetista deve chiarire il motivo della consultazione e quale parte del corpo vorrebbe migliorare la cliente.

Non sempre la cliente è pienamente consapevole dei suoi bisogni: il nostro compito durante il colloquio è rendere manifesto il problema e attraverso delle domande specifiche.

3.

PROPOSTA DELLE SOLUZIONI 

Stabilito con esattezza quale inestetismo trattare, l’estetista deve selezionare presentare alla cliente le soluzioni adeguate a seconda di ciò che è emerso nei passi precedenti.

È necessario personalizzare il programma inserendo le risorse più adatte a seconda delle caratteristiche della persona e degli obiettivi da raggiungere.

4.

GESTIONE E SUPERAMENTO DELLE OBIEZIONI 

Durante in colloquio, anticipare le possibili obiezioni della cliente rende molto più fluida la conversazione e predispone la persona alla chiusura.

L’ideale è preparare una lista delle comuni obiezioni che normalmente ci sentiamo dire (“non ho tempo”, “non ho soldi”, “poi devo continuare sennò torno come prima”, “devo parlare con mio marito”).

Prima di arrivare alla proposta è essenziale verificare che la cliente NON percepisca degli ostacoli per raggiungere gli obiettivi stabiliti.

5.

CHIUSURA

Una chiusura degna di un Check up estetico perfetto è la firma da parte della cliente di un “Modulo di adesione al Programma Estetico”.

Non stiamo parlando di contratti capestri o ingannevoli: è un semplice foglio su cui l’estetista scrive il numero e la tipologia di trattamenti da effettuare, il prezzo concordato e le modalità di pagamento.

Durante il programma estetico è importante effettuare dei controlli dell’andamento dei risultati:

la risposta ai trattamenti estetici è sempre soggettiva e l’estetista deve essere sempre pronta ad adattare gli interventi alla capacità di risposta della pelle.