K2 Chocolate Blog

3 CONSIGLI PER APRIRE UN CENTRO ESTETICO

 

Investire i propri risparmi in un centro estetico viene visto da molti come un’opportunità di dare una svolta alla propria vita.

Gran parte dei nostri Affiliati sono entrati nel settore dell’estetica perché hanno voluto creare una fonte di reddito alternativa e generare profitti dal loro investimento nel breve termine.

Incontriamo molti potenziali nuovi titolari che non conoscono la tipologia di attività e hanno la convinzione che per aprire un centro estetico e avere utili dall’investimento sia sufficiente trovare una brava estetista e affidarsi alle sue conoscenze.

Nella nostra esperienza le abilità e le competenze tecniche dell’estetista non bastano per far funzionare l’attività.

In tutti questi anni abbiamo conosciuto centinaia di estetiste e abbiamo riscontrato la loro mancanza di capacità di gestione di un centro estetico:

le lacune dell’estetista nella gestione finanziaria e l’assenza di un piano di marketing specifico, oggi possono determinare il fallimento dell’iniziativa imprenditoriale anche in un settore così florido come quello della bellezza.

Non vogliamo generare paura o farti cambiare idea, vogliamo invece darti 3 consigli per iniziare da subito con il piede giusto e non inciampare in errori che potrebbero costarti la chiusura del tuo centro estetico:

1.

CREA LA TUA IDEA IMPRENDITORIALE

Costruire una visione del tuo futuro centro estetico è sicuramente la prima difficoltà che incontrerai come potenziale imprenditore di questo settore.

Ti suggeriamo di metterti in osservazione: decidi la zona dove vuoi aprire il tuo centro estetico, studia la concorrenza, informati e scopri le abitudini delle persone che abitano e lavorano in quella zona.

Trova il modo di differenziare il tuo centro estetico e dare almeno una buona ragione al prospect di diventare un tuo cliente fidelizzato.

2.

COSTRUISCI IL TUO BUSINESS PLAN

La gestione e la programmazione delle entrate e delle uscite sin dalla nascita del progetto è una condizione necessaria per impostare l’attività in modo efficace.

Allo stesso modo l’abitudine di ragionare in termini di accantonamento del denaro per poter pagare le spese future, incluse le tasse e i contributi dei dipendenti, crea una serenità interiore necessaria per concentrarsi sulle vendite e sul marketing.

3.

DEFINISCI LA TUA SPECIALIZZAZIONE

La specializzazione del tuo centro estetico è e deve essere il punto di partenza della tua strategia di marketing.

I nostri Affiliati in preparazione dell’apertura di un Centro Estetico K2 sono affiancati da tutto il nostro Team per determinare quale problema del potenziale cliente vogliono risolvere.

Offrire ad una nicchia di clientela la soluzione di un inestetismo molto specifico contribuisce a rafforzare la tua credibilità e la tua autorevolezza.

 

Aprire un Centro estetico K2 significa avere una guida e un supporto per avere una chiara idea imprenditoriale, un Business Plan che ti permette il rientro dell’investimento in un anno e la definizione della tua Specializzazione.

Contattaci per scoprire come aprire nella tua città.

 

 

 

APRIRE UN CENTRO ESTETICO: 3 ERRORI DA EVITARE

Aprire un centro estetico è un sogno di tante donne che amano il settore della bellezza.

Molte delle nostre Affiliate, infatti, sono diventate imprenditrici e titolari di un Centro Estetico K2 dopo essere state clienti e aver capito che era possibile trasformare la loro passione in un vero lavoro.

Anche se non si possiede la qualifica di estetista,  il sogno può diventare un progetto concreto, pianificabile e realizzabile, fissando progressivamente gli step e gli obiettivi da raggiungere.

Noi di K2 ci occupiamo di start up e di aperture di centri estetici da più di 20 anni, sempre presenti al fianco dell’Affiliato, in particolare ogni volta che l’Affiliato si trova di fronte ad una scelta strategica che potrebbe definire il destino dell’attività.

Purtroppo ci è capitato di vedere Affiliati che nonostante il nostro supporto e i nostri consigli, hanno voluto seguire “strani istinti” e prendere una strada diversa da quella da noi indicata.

La nostra esperienza e la nostra conoscenza del settore ci permettono di definire i 3 errori essenziali da evitare quando si decide di aprire un centro estetico:

1.

NO A SERVIZI GENERALISTI

Il peggiore errore che si possa commettere oggi nell’aprire un centro estetico è fare di tutto per tutti.

Il rischio reale è quello di non avere un’identità unica ed esclusiva e non essere riconosciuti esperti e competenti, bensì un centro estetico come tanti:

perché un cliente dovrebbe venire nel tuo centro?

2.

NO A PREZZI DI SVENDITA

Un errore comune è pensare di attirare i clienti abbassando i prezzi e svendendo i servizi.

Quello che succede è che si attirano clienti di basso profilo, focalizzati solo ed esclusivamente sul prezzo, che non riconoscono la tua professionalità e la tua competenza e di conseguenza  non ti seguono fedelmente.

che percorso esclusivo proponi ai clienti del tuo centro?

3.

NO A PRODOTTI E TECNOLOGIE DI OGNI TIPO

Noi amiamo paragonare l’apertura di un centro estetico non specializzato ad una nave che parte dal porto senza motivo, senza bandiera e senza meta.

L’unico modo per conquistare la fiducia di clienti che si affidino a te totalmente, è avere le idee chiare sulla tua massima expertise da comunicare al mercato.

qual è il tuo cavallo di battaglia?

 

Fortunatamente la gran parte dei nostri Affiliati ci segue e si fa guidare nelle scelte più importanti, evitando così errori che potrebbero costare molto caro.

In un prossimo post ti diremo quali sono i 3 consigli imperdibili per avere successo da subito quando si apre un nuovo centro estetico.

 

 

 

COME ORGANIZZARE LE CABINE DI UN CENTRO ESTETICO

Saper organizzare le cabine del centro estetico è il primo passo per garantire un servizio efficiente e dare al cliente un’immagine di organizzazione, ordine e pulizia.

Predisporre correttamente i locali fin dall’inizio dell’attività, permette anche di ottimizzare da subito gli spazi ed avere così la massima produttività nei periodi di alta affluenza.

Chi non conosce il settore e non sa come vengono svolti i servizi, trova molte difficoltà a capire come sia meglio impostare il centro estetico e decidere la destinazione d’uso delle cabine.

Il nostro affiancamento in preparazione all’apertura di un Centro Estetico K2, ha anche lo scopo di fornire all’Affiliato tutte le indicazioni per attrezzare le cabine in funzione dei servizi e facilitare così il lavoro delle operatrici.

Molto dipende dalle dimensioni dei locali e quindi dal numero di cabine che si possono ricavare.

Più cabine si hanno a disposizione e più attenzione si dovrà porre nel decidere come organizzarle e a quali servizi destinarle.

Anche la specializzazione del centro estetico è un fattore che condiziona l’allestimento sia delle zone interne che degli spazi comuni.

Ecco i nostri 5 principi guida per organizzare le cabine di un centro estetico in modo efficace:

1.

Meno cabine hai a disposizione, più devono essere multifunzionali.

Se hai solo 2 cabine è opportuno che in entrambi si possa effettuare l’estetica di base (epilazione, manicure e pedicure), i trattamenti viso e i trattamenti corpo. Nella cabina più grande posiziona una doccia e nella cabina più piccola metti un lettino a 2 snodi che all’occasione possa diventare una poltrona per pedicure.

2.

La cabina destinata ai trattamenti corpo deve avere una doccia al suo interno.

Molti trattamenti corpo prevedono l’applicazione di prodotti che dopo la posa vanno risciacquati; è molto utile che la doccia sia all’interno di una cabina e non negli spazi comuni.

3.

La cabina destinata ai trattamenti viso è bene che sia attrezzata anche per l’estetica di base.

Il trattamento viso si presta ad essere effettuato in contemporanea con altri servizi, in particolare con l’epilazione e la manicure. É bene tenere nella cabina uno scaldacera sempre pronto all’uso e uno o più rulli caldi per l’epilazione delle gambe.

4.

Le cabine destinate ai massaggi e ai trattamenti di benessere è opportuno che abbiano le pareti fino al soffitto.

Per facilitare il rilascio del nullaosta igienico-sanitario e l’areazione delle cabine, molti scelgono di suddividere lo spazio a disposizione con delle interpareti in cartongesso che non arrivano fino al soffitto. Questa scelta impedisce che ci sia un ambiente silenzioso e tranquillo durante i trattamenti rilassanti.

5.

Evita di destinare le cabine ad un unico servizio

Ti consigliamo di prevedere che il cliente possa effettuare più servizi contemporaneamente nella stessa cabina. Questa scelta garantisce il comfort del cliente, ottimizza i tempi di esecuzione dei servizi e migliora la gestione degli spazi condivisi tra più operatori.

 

Ti abbiamo dato solo qualche suggerimento per organizzare al meglio le cabine di un centro estetico.

Se ti è rimasto qualche dubbio scrivilo nei commenti, saremo felici di darti il nostro parere.