IL SETTORE DELL’ESTETICA IN PILLOLE

Se stai pensando di aprire un Centro Estetico e non conosci il settore, questo articolo ti può aiutare a valutare e a pianificare meglio i tuoi investimenti.

 

La richiesta dei servizi di estetica è in costante crescita e il dato è facilmente verificabile.

Abbiamo consultato Google Trend per verificare l’andamento della ricerca della parola “estetista” su Google negli ultimi 12 anni e ti riportiamo il risultato:

google-trend

Anche gli investimenti nel settore sono in continua crescita e ogni mese si registrano nuove aperture di Centri Estetici.

Se anche tu stai valutando di aprire un Centro, eccoti 5 pillole che descrivono i tratti salienti del settore dell’Estetica.

Tienile ben presenti per non commettere errori e per prepararti ad una gestione efficace della tua futura attività.

1.

LA STAGIONALITÀ O CICLICITÀ DELL’ATTIVITÀ

Il grafico di Google Trend che ti abbiamo riportato è dimostrazione chiara di questa caratteristica.

La ricerca di un’estetista ha un andamento totalmente altalenante, raggiunge ogni anno il suo picco massimo nei primi giorni di Agosto e il suo picco minimo negli ultimi giorni di Dicembre.

Prima dell’estate la richiesta lentamente sale e dopo l’estate la richiesta progressivamente scende.

La stagionalità o ciclicità dell’attività è una delle peculiarità del settore. Anche la fruizione dei servizi durante la settimana non è costante e le oscillazioni delle richieste possono variare a seconda delle zone e dell’ubicazione del Centro Estetico.

Una corretta gestione del Centro Estetico e del cliente deve consentire anche nei periodi di minor affluenza spontanea di garantire sufficienti entrate che coprano tutte le voci del budget.

2.

LA TIPOLOGIA DEI SERVIZI OFFERTI

I servizi che può offrire un Centro Estetico sono davvero tanti.

Prova solo a pensare a quante tipologie di massaggio esistono… infinite!

Anche l’uso o meno delle tecnologie è determinante per la scelta dei trattamenti da proporre.

Normalmente la tipologia dei servizi che offre il Centro Estetico è legata alle passioni e alle aspirazioni dell’estetista o del titolare.

È bene avere le idee chiare su cosa proporre al pubblico, soprattutto per evitare di apparire un Centro come tanti altri.

3.

LA MODALITÀ DI GESTIONE

La normale attività di un Centro Estetico è svolta per lo più con mentalità artigianale.

La problematica più diffusa è la mancanza di un metodo di gestione del cliente che permetta di adattare l’attività ai continui cambiamenti, ambientali, tecnologici e culturali.

Le stesse esigenze dei clienti sono mutevoli e legate a tendenze a volte imposte dalle aziende del settore.

Il concetto del management dell’impresa nel settore dell’estetica si sta sviluppando solo negli ultimi anni.

Pochi operatori presenti sul mercato anche da molti anni sanno come migliorare i risultati economici, avere più clienti e fronteggiare la concorrenza.

4.

LE MOTIVAZIONI DI FRUIZIONE DEI SERVIZI

Le motivazioni di fruizione dei servizi estetici sono principalmente emotive.

Esse sono legate alla percezione di sè e all’autostima e l’estetista viene vista come una persona di fiducia a cui affidarsi per migliorare il proprio corpo e la propria immagine.

La natura delle relazioni che nascono tra operatrice e cliente trasforma spesso il Centro Estetico in un luogo dove lasciarsi andare a confidenze personali.

5.

LA TENDENZA ALLA SPECIALIZZAZIONE

A seguito dei numerosi cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nel settore, da un po’ di tempo osserviamo una tendenza alla specializzazione della propria attività.

Spesso ci capita di osservare che “la specializzazione” viene considerata più come leva di salvataggio piuttosto che come reale scelta consapevole di definizione della propria Identità.

In altri termini notiamo specializzazioni di ogni tipo, in Nail Art, in Ayurveda, in Estetica Olistica, in Dimagrimento, in Estetica Avanzata, in Avanguardia Tecnologica… e chi più ne ha più ne metta.

E’ una scelta opportuna quella della specializzazione: l’esperienza ha dimostrato che la guerra dei prezzi porta solo “cadaveri” e che quello che fa la differenza sul mercato sei solo tu e il tuo saper fare.

Perché la specializzazione sia efficace ai fini del conto economico deve essere in linea con la Visione e prendere forma nei comportamenti e nelle azioni del titolare e di tutto il team.

Commenti ( 0 )

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con il simbolo * *