COME APRIRE UN CENTRO ESTETICO

 

Riceviamo spesso richieste di informazioni per sapere quali sono i passi fondamentali per aprire un Centro Estetico.

Se anche tu come molti stai pensando di investire nel settore dell’estetica ma non sai bene come muoverti questo articolo fa al caso tuo.

Per semplificare abbiamo identificato i 7 passi fondamentali per aprire un Centro Estetico:

1.

POSSEREDE I REQUISITI DI LEGGE

Per aprire un Centro Estetico serve un’estetista qualificata, ovvero un’estetista che abbia terminato il ciclo di studi del terzo anno.

Il suo ruolo nel Centro Estetico sarà quello del Direttore Tecnico ed avrà la responsabilità dei servizi effettuati.

Se sei un imprenditore e vuoi investire nel settore basterà effettuare una ricerca di personale qualificato.

Sarà fondamentale la selezione di un’estetista che non abbia solo i requisiti richiesti per legge ma che sappia anche eseguire a perfezione il lavoro pratico in cabina.

Uno dei servizi più importanti che offriamo nel Franchising K2 è l’affiancamento del nostro Coach durante la selezione. Le candidate dovranno superare un test di verifica delle competenze e una prova pratica.

La prima selezione avviene in una sessione di gruppo, utile per mettere alla prova le candidate sulla loro capacità di esprimersi e di affrontare situazioni impreviste.

2.

RIVOLGERSI ALL’UFFICIO COMMERCIO DEL COMUNE

Ogni Comune stabilisce il regolamento delle attività di Estetista e di Parrucchiere.

È necessario sapere che documenti devi presentare per ricevere l’Autorizzazione a svolgere l’attività che sarà rilasciata dal Comune dove vuoi aprire un Centro Estetico.

Anche i locali devono avere determinate caratteristiche, alcuni Comuni definiscono anche la metratura minima delle cabine.

È quindi necessario farsi rilasciare l’elenco delle caratteristiche igienico-sanitarie che devono avere i locali per ricevere il Nulla osta da parte dell’Asl di competenza.

3.

TROVARE I LOCALI

Iniziamo a parlare di budget e della Visione che hai mente.

Quante cabine vuoi? Che tipo di Centro Estetico vuoi aprire? Perché un cliente dovrebbe scegliere di venire da te invece che andare in un altro Centro? Come ti distinguerai sul mercato?

Se non conosci il settore potresti non avere le risposte o avere solo delle idee vaghe e aprire un Centro Estetico potrebbe richiedere un grande sforzo di ricerca di informazioni.

Scegliere di aprire un Centro Estetico affiancati da un Consulente K2, esperto del settore, permette di avere chiarezza e di semplificare questa fase determinante per la realizzazione del progetto.

I locali sono da cercare in funzione di quello che vorrai realizzare tenendo conto che il costo dell’affitto sarà uno dei costi fissi che maggiormente graveranno sull’attività. Valuta nella scelta del negozio la disponibilità di parcheggio, la visibilità e l’accessibilità.

Nella nostra esperienza lo standard è di circa 60/70 mq e 3 è il numero di cabine perfetto per realizzare un Centro Estetico in cui siano impiegate 2 estetiste a tempo pieno.

3.

TROVARE UN ARCHITETTO

Trovati i locali adatti per aprire un Centro Estetico con le caratteristiche che hai stabilito è necessario chiedere la consulenza di un architetto per adattarli all’apertura di un centro Estetico e realizzare le cabine.

In questa fase l’architetto stabilirà i punti dove collocare i lavandini e la doccia, che non deve assolutamente mancare in una delle cabine.

Anche lo studio dell’illuminazione è molto importante. Potresti prevedere delle cabine con una luce adatta a servizi tecnici di precisione come il pedicure o la ceretta e altre con luce più soffusa per i massaggi e i trattamenti di benessere.

Ti suggeriamo di fare attenzione a non destinare troppo spazio alla zona della reception a discapito delle cabine.

Se vuoi inserire anche il servizio nails, ti consigliamo di prevederlo in un corner in prossimità della reception.

Ricordati che la produttività del tuo Centro Estetico sarà determinata dagli spazi che tu deciderai di riservare alle cabine in cui vengono eseguiti i trattamenti.

4.

CERCARE I FORNITORI PER ESEGUIRE LE OPERE

Questa fase potrebbe portarti via un sacco di tempo, devi tenerne conto.

Le opere più importanti da eseguire nei locali scelti per aprire un Centro Estetico sono:

  • le pareti divisorie in cartongesso
  • le porte interne delle cabine
  • i punti luce a seconda del progetto dell’architetto
  • i lavandini e la doccia dove previsti
  • i lavori di tinteggiatura

Quindi ti servono di sicuro un idraulico, un elettricista, un imbianchino, un’impresa che realizzi pareti in cartongesso e un’azienda per i serramenti interni.

Non è finita qui. Ci sono tutti gli arredi a cui pensare.

Dovrai cercare in rete e chiedere preventivi a mezzo mondo. Questo richiede tempo.

Potresti scegliere di eseguire alcune opere in economia, in questi casi noi stessi consigliamo ai nostri Affiliati di utilizzare al massimo tutte le loro conoscenze, amici e parenti che possono aiutarti a tagliare delle spese sono assolutamente i benvenuti J

Vediamo spesso girando nei Centri Estetici che Ikea e Leroy Merlin sono molto apprezzati come fornitori, potresti anche tu trovare delle soluzioni carine per aprire il tuo Centro Estetico spendendo poco.

5.

ESEGUIRE I LAVORI NECESSARI

Piano piano vedrai il tuo Centro Estetico prendere forma.

Il tuo ruolo in questa fase è essere presente e supervisionare tutto e tutti.

Ricordati che tutte le opere da realizzare per aprire un Centro Estetico devono seguire i criteri richiesti dall’ASL per ricevere il Nulla osta igienico-sanitario.

6.

RICHIEDERE IL NULLA OSTA IGIENICO-SANITARIO

Terminati i lavori il Centro Estetico è pronto per l’ispezione da parte del Responsabile della ASL di competenza.

Se avrai rispettato tutti i criteri stabiliti non ci dovrebbero essere sorprese.

Senza il Nulla osta igienico-sanitario il Comune non ti rilascerà l’autorizzazione ad aprire un Centro Estetico.

7.

RICHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE L’ATTIVITÀ

Per richiedere l’Autorizzazione a svolgere l’attività dovrai comunicare il nome del Direttore Tecnico e allegare alla domanda una copia dei Requisiti di legge rilasciati dalla Camera di Commercio e relativi alla sua qualifica.

Prima di presentare la richiesta dovrai quindi essere sicuro di avere  un’estetista con la Qualifica del terzo anno. Se tu possiedi la qualifica questi passaggi non ti interessano, piuttosto potrebbe esserti utile trovare una stagista per avere un minimo di supporto operativo.

Dovrai anche aver già definito la tua ragione sociale con relativa Partita Iva, come ditta individuale o società.

Richiedere l’Autorizzazione da parte del Comune è l’ultimo dei 7 passi per aprire un Centro Estetico.

Diventa però il primo passo del tuo ingresso da imprenditore nel mondo dell’estetica e della bellezza.

 

Ora che sai come aprire un Centro Estetico, cosa ne pensi? Ti sembra difficile?

Da esperti del settore ti confermiamo che da soli potrebbe essere assai laborioso e se non conosci il settore ci potrebbe essere il rischio di fare delle scelte sbagliate.

In un prossimo post ti spiegheremo come diventa tutto più semplice e snello se decidi di aprire un Centro Estetico K2.

Commenti ( 0 )

    Lascia il tuo commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con il simbolo * *